mercoledì 27 giugno 2012

Cosa devo Spergiurare?

Tutti la chiamano gaffe, ma per me è un insulto bello e buono. Alla Repubblica, alla Costituzione.

"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione" questo il testo del giuramento con cui il Governo ha prestato giuramento al suo insediamento.
Compreso il Ministro del Welfare Elsa Fornero, che, in un'intervista al Wall Street Journal se n'è uscita con una frase imbarazzante: "Il lavoro non è un diritto, deve essere guadagnato, anche attraverso il sacrificio."
Un pensiero legittimo, ci mancherebbe, ma che fa a pugni con il giuramento da Ministro della Repubblica Italiana prestato il 16 novembre 2011.
La Costituzione, cara Elsa, all'articolo 4, recita così: "La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto".
E dire che era il Ministro Ricciardi ad aver sbagliato la formula (aveva saltato la parola "esclusivamente", ndr).

Dopo la svista che ha causato il dramma degli esodati, ora pure questa.
Dovrebbe essere calendarizzata per l'inizio di luglio la mozione di sfiducia contro il Ministro. Che a questo punto, comprovata la superficialità e la quasi assente lungimiranza con cui assolve il suo compito, spero passi.

Sei d'accordo con me o vuoi farmi sapere cosa ne pensi? Scrivimi, puoi seguirmi ed essere sempre aggiornato via Facebook o Twitter.

3 commenti:

  1. Compagno Zamenhof27 giugno 2012 09:21

    A questo punto è legittimo pensare che quella degli esodati non è stata una svista...

    RispondiElimina
  2. Rimango perplesso per il can can sollevato in seguito a questa frase del ministro. Perchè ciò che rileva non è ciò che ha detto in quel contesto il ministro ma ciò che prima ha fatto, ciò che ha deciso di far scrivere ciò che è inesorabilmnente legge. Scandalizziamoci per quelle cose, dibattiamo quelle cose.

    RispondiElimina
  3. Vorrei sapere per che cavolo si è commossa, al suo primo esordio pubblico, parlando di 'sacrifici' da imporre al popolo italiano, quando le sue convinzioni sono la quintessenza dell'ideologia borghese con tanto di pessimismo cattolico mischiato con l'individualismo protestante

    RispondiElimina