giovedì 9 settembre 2010

Brunetta Spara sulla Scuola


Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta dice la sua sul precariato nel mondo della scuola, e lo fa da Frascati, durante la “Summer School 2010″, organizzata dalla fondazione Magna Charta.

Digrigna i denti e spara numeri, il ministro, inciampando in diverse imprecisioni:
Il sistema [scolastico] costa tanto e rende poco. Non è neanche vero che gli insegnanti sono pagati poco, perchè in altri paesi guadagnano di più perchè lavorano di più”.
Non è vero. Ad esempio in Germania, come ha scritto su MicroMega dello scorso luglio Mila Spicola, se lo stipendio medio di un professore di scuola secondaria superiore in Italia dopo quindici anni di insegnamento è di 27.500 euro lordi annui, quello di un collega tedesco, nelle stesse condizioni, è di 45.000 euro all’anno.

Inoltre le ore di lavoro di un insegnante tedesco sono praticamente le stesse di quelle di un italiano, anzi, un po’ meno: rileva ancora la Spicola che “gli insegnanti tedeschi hanno una media di 22 ore di lezione frontale alla settimana contro le 18 degli insegnanti del nostro paese, ma bisogna tenere conto del fatto che le ore di lezione in Germania sono solo di 45 minuti”.
Pertanto, se guardiamo al tempo effettivo di lavoro, i docenti italiani sostengono 18 ore di 60 minuti settimanali contro le 16,3333 ore di 60 minuti dei colleghi tedeschi.

Seconda dichiarazione di Brunetta degna d’attenzione: “Non c’è meritocrazia, altissimo è il livello di assenteismo degli insegnanti che implica legioni di supplenti”. Inutile dire che le assenze per malattia o per altri giustificati motivi che un insegnante può permettersi sono quelle (e soltanto quelle) consentite dalla normativa vigente in materia. Ma se si verificano abusi e irregolarità, il problema sta nell’inefficienza dei controlli.

E ciliegina sulla torta: “nessun giornalista si sia preoccupato di vedere chi cavolo è il supplente che non ha vinto uno straccio di concorso per 15 anni. Forse farebbe meglio a cambiare mestiere”. Brunetta dovrebbe sapere che l’ultimo concorso ordinario nel mondo della scuola è stato bandito nel 1999: più di dieci anni fa.
Tutti coloro che si sono laureati dopo di allora non hanno avuto altra scelta che andare ad ingrossare l’esercito dei precari.
Per vincere i concorsi bisogna che questi siano banditi.

8 commenti:

  1. VFNC bunina etta etta

    RispondiElimina
  2. Mi domando cosa fa lui per guadagnanare tutti questi soldi. Sicuramente non per meritocrazia ma per un popolo coglione che l'ho ha votato.

    RispondiElimina
  3. Brunetta, sarai anche mini, ma rimani un grande stronzo!

    RispondiElimina
  4. Ragazzi, per evitare un colpo di stato, perchè ormai solo questo c'è rimasto, bisogna solo pensare che il governo, per fortuna, sta crollando, poichè i governi non durano in eterno, dobbiamo avere la pazienza di aspettare a denti stretti... dunque teniamo duro che passerà!!!
    e allora li manderemo alla forca!!!!

    RispondiElimina
  5. ECCO: Premesso che i numeri che sostengono il Governo sono: Maggioranza necessaria: 316, pertanto senza i finiani avremo: PDL: 237; Lega: 59 e quindi meno 20 voti per giungere ai fatidici 316. Poi ci sarebbero quelli che hanno gia asicurato l’appoggio e sono:
    5 MPA; 5 NOI SUD; 3 LIB DEM; 1 PRI e mancano ancora 6 voti. Pertanto chi può fermare il Governo sono i restanti 2 PRI; 1 LIB DEM; 38 UDC. Ecco chi può fermare il governo. Pertanto concentriamoci sui due del Pri, sul rimasto dei Lib Dem e logicamente speriamo che non ci sia qualche traditore nell’UDC altrimenti Casini è meglio che sparisce.

    RispondiElimina
  6. spero solo che quando si capovolgerà sto' governo di buffoni, tutti i loro "meritevoli" rappresentanti resteranno a casa con 1000 euro al mese e senza alcun privilegio rubato ai veri lavoratori....poi vediamo se son disposti al sacrificio!!!!andate affc....

    RispondiElimina
  7. La rovina della scuola? I DIRIGENTI! Hanno gerarchizzato figure che sono sostanzialmente sullo stesso piano; loro hanno l'area contrattuale separata, i docenti ridotti a "personale della scuola" con 100 € in più di un bidello che se ne sta tutto il giorno seduto a fare parole crociate. RIVOLUZIONE...

    RispondiElimina
  8. lo invito a venire a scampia-dove insegno da 2 anni e dove è venuta anche la sua collega maria stella a farci visita-e fare da insegnante, psicologo,assistente sociale per soli 1.370 euro al mese!!!pago un fitto di 800 euro (che a napoli non è poi tanto)!!!!!ignorante incompetente che non è altro!!la sua collega Gelmini, quando il dirigente ed alcuni colleghi le spiegavano come funziona la scuola (si parlava di didattica, approccio, competenze degli alunni, organizzazione di recuperi e cose banali del genere....)le invitava il suo portaborse a prendere nota poichè erano notizie a lei del tutto sconosciute!!!VERGOGNA!!VERGOGNA!!!

    RispondiElimina